.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
MARIA FUX
post pubblicato in Diario, il 22 settembre 2015
 

Maria Fux ballerina, coreografa e danzaterapeuta argentina ha danzato nei teatri più importanti di tutto il mondo, esprimendo una estetica propria e una comprensione della danza come cammino verso la pienezza delle potenzialità espressive possedute da ogni essere umano.
Creatrice della danzaterapia, ha basato la sua metodologia di lavoro sull’integrazione di persone con sindrome di Down, ritardi mentali, sordi, con problemi di isolamento, spasticità, anziani, ecc.
A 93 anni continua la sua attività danzando e insegnando, viaggiando per il mondo, dando corsi e trasmettendo la sua vastissima esperienza.
Nella sua scuola di danza a Buenos Aires e nelle scuole di formazione in Europa che trasmettono il suo metodo, tante persone si sono formate e si formano per diventare danzaterapeuti (persone che lavorano nel mondo della disabilità, psicoterapeuti, fisioterapisti, psicologi, fonoaudiologi, medici, insegnanti di danza, ecc.).
Da 60 anni Maria Fux ha superato le frontiere conosciute della danza, sviluppando una metodologia mirata al recupero dell’equilibrio psicofisico e all’espressività delle persone con qualsiasi tipo di disabilità. [ * ]
“Nei suoi corsi danzano insieme ballerini di qualsiasi condizione ed estrazione sociale, uomini e donne con malattie fisiche e mentali, alla scoperta di se stessi e degli altri. L’incontro con l’energia e la danza di Maria cambiano la vita di chi l’incontra, – riferisce Ivan Gergolet, nato nel 1977 a Monfalcone, autore del documentario Dancing with Maria, presentato il 3 settembre al Festival dell'Autobiografia di Anghiari – dopo aver sperimentato e trasmesso agli altri per tutta una vita il suo metodo basato sulla percezione dei ritmi interni e sulla simbiosi con la musica, Maria Fux ha preso in consegna un’ultima allieva, forse la più difficile: se stessa”. Ultranovantenne, Fux “non ha perso la verve e la grazia che ne hanno fatto una delle grandi della danza”, afferma il regista, che ha girato nella scuola di Maria dove “la missione è trasformare con la danza e la simbiosi con la musica i limiti di ognuno in risorse”. Perché – sostiene l’anziana insegnante di ballo – “la danza è l'incontro di un essere con gli altri”.
La sua carriera inizia molto precocemente. Tra il 1954 e il 1960 è una delle prime ballerine del Teatro Colon di Buenos Aires, protagonista di tournée di successo negli Stati Uniti, Polonia, Russia, Perù, Brasile e Uruguay. Dal 1960 al 1965 dirige il “Seminario di Danza” all’Università Nazionale di Buenos Aires. Successivamente svolge un’intensa attività di recital e seminari didattici in molte città dell’America Latina, dell’Europa e del Medio Oriente. Nel 1968 presenta al Congresso Internazionale di Musicoterapia, che quell’anno si svolge a Buenos Aires, una relazione sul tema “La danza come terapia” dove per la prima volta si parla dell’importanza della danza come mezzo educativo ed espressivo per gli audiolesi. 
Da quel momento Maria Fux diventa un punto di riferimento in Europa e nelle Americhe per la formazione alla danzaterapia. Nel 1980 inizia la collaborazione in Italia con Lilia Bertelli con la quale fonderà a Firenze nel 1989 il Centro Toscano di formazione in danzaterapia “Maria Fux”. Oggi molti operatori, medici e psicologi, che hanno sperimentato la validità del metodo di Maria Fux, lo applicano nel trattamento di persone di varie età con problemi sensoriali (non vedenti, non udenti), sindrome di Down, disagio psicologico, sia a scopo riabilitativo che terapeutico. Il 14 maggio 2002 viene nominata "cittadina illustre" di Buenos Aires. [ * ]




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. danza danzaterapia

permalink | inviato da CIRCOLOLEOPARDI il 22/9/2015 alle 10:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre