.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
RACCONTI DI VITA
post pubblicato in Ba, Mohamed, il 14 luglio 2012

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica africa migranti

permalink | inviato da CIRCOLOLEOPARDI il 14/7/2012 alle 9:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
MOHAMED BA
post pubblicato in Ba, Mohamed, il 21 giugno 2012
Lunedì 11 giugno, a sei mesi dalla strage di Piazza Dalmazia a Firenze, in cui furono uccisi Samb Modou e Diop Mor e feriti altri tre ragazzi senegalesi, l'Archivio delle memorie migranti ha presentato per la prima volta a Roma - negli spazi della Pelanda dell’ex mattatoio - il monologo Invisibili dell’attore e griot senegalese Mohamed Ba, a sua volta miracolosamente sopravvissuto a un attentato razzista il 31 maggio 2009 a Milano [ * ]. In Invisibili, Mohamed Ba ripercorre e interpreta il cammino di due cittadini africani che si mettono in viaggio sognando una vita migliore, canta le contraddizioni, i sogni, le speranze, i dolori e le gioie del continente, e porta il pubblico a chiedersi: Che ne sarebbe della nostra vita, a noi del nord del mondo, se non fossimo nati qui? Persino invecchiare non sarebbe permesso.
Ba è nato a Dakar, in Senegal. Mediatore e animatore culturale, ha aderito al movimento per la promozione della letteratura africana e al circolo dei giovani scrittori per l’alfabetizzazione nelle zone rurali. Migrato in Francia, è stato coordinatore dell’operazione Un immigré, un livre. Nel 1998 ha pubblicato Parole de nègre, sulle migrazioni nei paesi del Sahel. Nel 1999 trasferitosi in Italia ha collaborato con il centro ambrosiano di Milano per Ex cursus. E’ fondatore del gruppo Mamafrica che usa la percussioni per diffondere la cultura africana. E’ autore ed interprete di monologhi teatrali: Parole fuori luogo (2002), Musica e popoli (2003), B-Sogni (2004), Canto dello spirito (2006), Invisibili (2010), Incazzato bianco (2010). Nel 2011 ha portato in scena Relazione per un’accademia di Franz Kafka, per la regia di Heike Brunkhorst. Ha partecipato a vari progetti teatrali e a trasmissioni radiofoniche e televisive [ * ].

Avevamo conosciuto Mohamed Ba attraverso il ritratto che ne aveva fatto Dagmawi Yimer in Benvenuti in Italia. Ora si è data l'occasione di vederlo dal vivo nello spettacolo Invisibili (ripreso da Dagmawi per un nuovo film), dove Mohamed, dopo aver esordito con "siamo tutti figli del colonialismo", ripercorre non solo la propria storia ma quella collettiva dei migranti dall'Africa, ritornando indietro nelle generazioni fino alle partenze degli schiavi dalla Maison des Esclaves dell'isola di Gorèe in Senegal. Lo spettacolo si avvale di stilemi propri del teatro griot, con momenti di teatro di narrazione, andando in profondità nell'animo africano con esasperazioni, nostalgie, illusioni, comicità e abbandoni propri della vicenda del migrante sulle nostre strade. Di particolare impatto è quando Mohamed Ba canta e suona il tamburo vorticosamente, quasi cercando di raggiungere una trance atavica e di tornare alle origini. Ci sono molti sprazzi della propria storia individuale che Mohamed ci affida nello spettacolo, dall'infanzia agli scarsi successi scolastici, alla vittoria in un concorso letterario promosso dal consolato francese con in premio un soggiorno-studio di due anni a Parigi, scaduti i quali diventa clandestino. Seguono il rimpatrio forzato e il successivo arrivo a Milano dove Mohamed ha un parente. Comincia la faticosa avventura italiana con l'apprendimento della lingua e il tentativo di inserimento nella società. Alcuni anni dopo ci sarà l'episodio-chiave traumatico del tentativo di omicidio. Oggi è attore e mediatore culturale. Il tutto è raccontato con accenti non privi di leggerezza e spassosità, e inscritto in una prospettiva globale e di lungo periodo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. africa teatro migranti

permalink | inviato da CIRCOLOLEOPARDI il 21/6/2012 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno