.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
MERITOCRAZIA
post pubblicato in Abravanel, Roger, il 12 giugno 2009

 

Si tratta di una lettura molto tecnica sullo sviluppo delle personalità durante gli studi e durante il lavoro. Non è affatto una lettura divertente perché mette a nudo tutti gli errori dei nostri politici passati ed attuali che hanno relegato l’Italia all’ultimo posto per quanto concerne mobilità e giustizia sociale. Vi sono impietosamente descritti e analizzati i guai della nostra scuola, dalle elementari fino all’università, le insufficienze delle imprese nella gestione delle risorse umane, i mali della pubblica amministrazione, i cervelli in fuga, la scarsa valutazione del lavoro femminile. Gli argomenti sono trattati tutti con abbondanza di dati e di riferimenti a fatti realmente accaduti e quindi vi si trova la spiegazione dei molti fallimenti economici italiani e dei pochi successi che abbiamo avuto. Definirlo semplicemente un saggio mi sembra abbastanza riduttivo perché di solito i saggi hanno per oggetto un piccolo e ben delimitato spicchio del sapere; questo testo invece spazia dall’educazione (che in Italia manca perché ci si limita all’istruzione), alla gestione delle imprese, alla gestione della politica e della Pubblica Amministrazione.
E proprio perché la Pubblica Amministrazione assorbe in Italia gran parte del prodotto nazionale senza fornire una altrettanto grande quantità e qualità di servizi, il testo sostiene la tesi – secondo me molto giusta – che le sorti dell’Italia possono migliorare solo riorientando completamente il funzionamento della Pubblica Amministrazione.
Per questo spero che il libro vada in mano ai politici di tutti i livelli, da quelli dei consigli comunali che devono apprestare più posti negli asili nido per alleggerire le madri lavoratrici, fino a quelli che siedono nel nostro parlamento e in quello europeo, perché troppo spesso questi politici pensano e dicono che ci si risolleva se si vota destra o sinistra, mentre non è così. Non conta la destra o la sinistra: conta il culto dell’educazione (non dell’istruzione) e del merito. E quindi deve essere letto da genitori, da studenti, dai professori, compresi quelli universitari, dai giudici, dai funzionari della PA, dagli imprenditori. Insomma da tutti.


(Pietro Benigni)





E' un saggio che spiega quanto sarebbe utile introdurre nella società italiana elementi di meritocrazia. Ho condiviso il metodo e i suggerimenti, ho anche pensato però che il risultato - per motivi complessi - sia pressochè irrealizzabile. La scrittura risulta un po' faticosa.


(Girolamo L'Occaso)





Roger Abravanel, Meritocrazia, Garzanti, 2008 [ * ]


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica premio

permalink | inviato da CIRCOLOLEOPARDI il 12/6/2009 alle 9:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia