.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
MERCEDES-BENZ
post pubblicato in Huelle, Pawel, il 20 novembre 2008



Merceds-Benz dello scrittore polacco Pawel Huelle ha partecipato alla sezione internazionale del Premio di quest'anno.  Venerdì 12 dicembre h 19 verrà a Villa Leopardi a parlarci dell'autore e del libro la professoressa Agnieszka Stryjecka.



Ci sono libri che mettono a dura prova la curiosità del lettore, e Mercedes Benz è tra questi. Si inizia a leggere con la sensazione di addentrarsi in territori sconosciuti, resi impervi da una scrittura difficile e faticosa, e il primo impulso è quello di lasciar perdere. Dopo qualche pagina, ci si abitua al ritmo delle parole e ci si appassiona ai personaggi, alle loro vicende che si intrecciano con la storia della Polonia (e in particolare con la storia di Danzica), al clima culturale in cui l'autore si muove tessendo la trama del libro. La vita non è altro che una serie di incredibili giravolte, vivere è come addestrarsi alla guida di un'autovettura, avanti, indietro, destra, sinistra, retromarcia, e ogni tanto si va a sbattere da qualche parte. A Danzica, tra i tigli secolari, i nazisti hanno sfilato dall'Opera al centro della città, ci dice l'autore, e i cortei del primo maggio andavano dal centro della città all'Opera, e “ ...da qualche parte, nell'invisibile corrente del tempo, si mescolavano tutte le svastiche, le falci, i martelli e le orchestre... ”. Il libro è ricco di riferimenti storici e culturali ma anche di episodi bizzarri, come la storia della caccia alla volpe in automobile all'inseguimento di un pallone aerostatico, o di descrizioni curiose che spaziano dalla gastronomia alla botanica. Bello anche il discorso delle foto, con il nonno, che dipana il rotolo del tempo organizzando i momenti catturati un giorno dal freddo otturatore della leika.
Dopo averlo terminato ho riletto il libro una seconda volta.



(Rita Cavallari)







Pawel Huelle, Merceds-Benz, Voland, 2007 [
* ]






vedi
quì e quì

 

Sfoglia