.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
L'ALBERO DI NATALE
post pubblicato in Tempesta, Alexandra, il 2 gennaio 2018

Ho trovato, mentre visitavo la mostra “Più Libri più liberi”, quest’anno tenutasi nella magica cornice della “nuvola" di Fuksas, lo stand di questa nuova casa editrice, nel quale un bibliomane quale sono ha trovato di che passare il proprio tempo (ad esempio un libro su Pertini [ * ]).
Tra le opere esposte, mi ha colpito il libro di cui voglio parlare. Mi ha colpito per tante ragioni.
Comincio dall’autrice, cui mi legano ricordi dell’infanzia, essendo cresciuto assieme a suo padre e sua zia a Roma, dalle parti di piazza Bologna. In realtà, l’autrice ha scritto la storia, ma il libro non contiene solo questa: è infatti organizzato come un calendario ed ha venticinque pagine doppie, tante quanti i giorni di dicembre dal primo al giorno di Natale. In ogni pagina, sul lato sinistro c’è una frase della storia, in Italiano; a destra, la traduzione inglese e nel centro un disegno, nel quale si avverte bene il tratto delle matite colorate. Questo schema non è fisso, ma varia a seconda della lunghezza della frase e delle dimensioni del disegno. 
La storia procede a piccole dosi, pagina dopo pagina, come succede se si prova a raccontare una favola a un bimbo, ad esempio mentre lo si aiuta a prender sonno. L’arte dell’autrice è però tutta nel dosaggio delle frasi, che contengono la data del giorno, utilizzata dalla storia stessa.
Mi fermo nella descrizione, per non sciupare la sorpresa al lettore: io ho ritrovato nel leggere momenti della mia infanzia, proprio dei cinque-sei anni, dei quali ho ancora memoria. E penso che questa sia una delle doti del libro. L’edizione poi merita una lode a parte: la casa editrice dispone proprio di un laboratorio (www.officinaensemble.it) tramite il quale organizzare iniziative. La storia è originalissima e molto accattivante, tipica di quando si vuol sorprendere la fantasia di un bambino. Una storia da leggere e da raccontare, che lascia alla fine un bellissimo ricordo, un senso di attesa del Natale tipico del tempo di Avvento che il Cristianesimo ci trasmette.
Un libro da consigliare a tutti, e in particolare a chi opera nella scuola dell’infanzia, che consente realmente di intrattenere chi ascolta e riportare anche gli adulti al tempo di quando l’albero di Natale era davvero foriero dei doni che al Natale si legavano. Si chiama calendario–favola, ma secondo me è più favola–calendario. Insomma chi lo legge lo troverà magico. Leggerlo in questo periodo dell’anno è poi proprio il tempo giusto. La pagina dei ringraziamenti svela anche gli autori di disegni e traduzione.



(Lavinio Ricciardi)








Alexandra Tempesta (a cura di), L'albero di Natale, Edizioni Ensemble, 2017 [ * ]


Sfoglia dicembre        febbraio