.
Annunci online

CIRCOLOLEOPARDI percorsi di lettura e scrittura a più mani - il blog della biblioteca "Villa Leopardi" in Roma
SORSI DI SOLE
post pubblicato in Raggi, Luciana, il 4 marzo 2010



Luciana ha anche scritto un libro di poesie, Sorsi di sole.

Un cristallo sfaccettato, una microscopica batteria solare, dei piccoli ingranaggi. Sono i componenti di un gioco appeso al vetro della mia finestra, vicino al tavolo dove scrivo. Quando un raggio di sole cade sulla batteria, l'energia mette in moto gli ingranaggi e il cristallo ruota, rifrangendo la luce in mille colori. Basta un solo raggio di sole.
Le poesie di Luciana Raggi sono come un cristallo, che l'autrice fa ruotare davanti ai nostri occhi dando vita a un caleidoscopio di luci.
Sono immagini suggestive, come nel vecchio borgo ove orologi e calendari sono inutili, e non serve misurare non serve programmare, o nell'incontro sul molo buio e inanimato ove il cerchio della solitudine si stringe intorno al protagonista abbandonato.
Sono riflessioni sul tempo che passa, come nella poesia Davanti allo specchio, ove le immagini della natura riportano al ritmo della vita che scorre.
Sono schizzi veloci colti nella quotidianità della vita, come in Una briciola camminava, con la donna forte dal viso appassito che non si arrende di fronte alle difficoltà.
Nella poesia Sul bordo l'autrice vuole attraversare il tempo... in cerca di una parola ferma che brillasse fra riflessi iridescenti e sfuggenti. La ricerca delle parole crea ritmi eleganti, armoniosi, musicali, anche nei frammenti di pochi versi, che in un lampo nitido e deciso riescono a creare energie che colpiscono. Come in Sorrisi acidi, dove la verità si spalma sul pane, e in Magiche stelle, ove gli astri del cielo sono trasformati in vitamine per parole malate o in viagra per pensieri sterili.
Un mondo attillato evoca con ironia un sarto che lavora con i ricordi, aggiusta la vita, spinge via realtà spiacevoli, plasma un'immagine nuova.
La vena di ironia pervade tutte le poesie ed è uno dei motivi del loro fascino. Anche nelle situazioni che appaiono disperate compare un raggio di luce, come nella poesia Un raggio lungo, ove la lama di sole che squarcia il buio di una stanza oscura è viva, reale, capace di dare sollievo. Limpide come gocce di luce, terse e brillanti, queste poesie riescono davvero a rasserenare i pensieri e a indicare un percorso di scintille geniali, esplosioni, espansioni. Un percorso di apertura in grado di guardare al futuro.


(Rita Cavallari)




Luciana Raggi, Sorsi di sole [ * ]



Sfoglia febbraio        aprile